warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

La sinistra in comune

sta scoppiando il Piemonte gate?

 

Sentitela bene, ascoltate passo passo il deputato vercellese Roberto Rosso. Come si dice il Diavolo si nasconde nei dettagli e se le notizie che ho non mi tradiscono, a San Germano vercellese risiede il capogruppo regionale del PDL Luca Pedrale.

Pedrale è in predicato di divenire Assessore nella Giunta Cota nel mai effettuato rimpasto ma, soprattutto, dopo anni di sodalizio, è della fronda avversa a quella di Rosso tra le correnti pidielline e, nell’ultimo ann,o se le sono date, in quel di Vercelli, di santa ragione.

Il Piazzo sotto assedio

Questo è il primo pezzo uscito giovedì su Eco in merito alla nostra interrogazione sui lavori nel Borgo Storico. Altri ne sono usciti su tutti i giornali anche se per alcuni citare la fonte delle denunce era evidentemente troppo impegnativo.

Ma, al di la della paternità della denuncia, quello che stupisce è la difesa ridicola dell'Assessore ai Lavori pubblici e la sonora figuraccia che, per l'ennesima volta ha collezionato questa Amministrazione agli occhi della città, peggiorata, se possibile, dal fatto che ieri e oggi proprio al Piazzo si inagurava - dopo anni di lavori di ristrutturazione - Palazzo Gromo Losa, l'ex Istituto BVO. Pare che il vecchio Squillario che ha rilevato e ristrutturato l'intero edificio come inossidabile Presidente della Fondazione Cassa di Risparimio non abbia mancato di far presente tale fatto al "nostro" Sindaco.

Il Ping Pong senza palline

La giusta sintesi che trovate in questo articolo unita ad alcuni problemi con il web e soprattutto una festidiosissima influenza che mi ha notevolmente inibito le attività, mi permettono di pubblicare solo ora un breve e scarno commento al Consiglio Comunale di martedì scorso. Lo faccio affidandomi a quest'ottima sintesi di Panelli su Eco che ha - purtroppo - fotografato il dibattito avvenuto il 18 settembre scorso a Palazzo Oropa. Per parte nostra oltre a ribadire i ragionamente più volte scritti qui nelle settimane passate abbiamo polemizzato soprattutto con un Sindaco che per oltre metà del suo intervento introduttivo ha cercato di giustificare il perchè, sei ore piùtardi, avrebbe dato indicazione ai suoi consiglieri di bocciare il nostro emendamento.

le ironie della Storia

Ironie della Storia, il "povero" Delmastro che tanto contava nel ridare agli onori del mondo la vecchia casa della Gioventù Italiana del Littorio è inciampato proprio sulla ristrutturazione della stessa.

Nonostante il solito piglio arrogante con il quale liquida il diritto/dovere dell'opposizione di esercitare il proprio ruolo, dando non si sa bene a chi dei "delatori" e altre aggettivazioni che ne qualificano il personaggio, nella sostanza non nega che ci siano problemi. E da quello che sappiamo noi, pure abbastanza seri.

Mense e asili nido: le solite promesse pocoGentili

Ve la ridordate la favoletta per zittire genitori e opposizione sul "quoziente famigliare" che avrebbe "riequilibrato" i tanto contestati aumenti dei servizi scolastici? Dopo una settimana - come era scontato - non vi è deliberazione ne tantomeno comunicazione alla famiglie in merito.

Ecco quindi la nostra interrogazione presentata, per la verità, il primo giorno di inizio scuola, mercoledì scorso ma, con i problemi che abbiamo avuto con il sito riusciamo a postarla solo ora.


INTERROGAZIONE

Premesso che

uno sguardo oltre la Serra

“Ah, ho letto la tua proposta su Ivrea, beh sì in effetti è ragionevole, io sono d’accordo”

“Allora firmi l’emendamento?”

“Ma no, sai, ne abbiamo discusso al partito, mi hanno detto che ad Ivrea non sono mica d’accordo…”

“Ah sì? Cioè tu sai che ai cittadini e alle cittadine di Ivrea gli è stata chiesta questa cosa?”

“Ma no, l’ha detto il Sindaco…”

“Ah, ho capito e quindi se fosse successo a parti inverse, e Gentile avesse espresso parere contrario tu ti saresti sentito rappresentato e avresti accettato la sua opinione come quella della Città di Biella”

“Ma no che c’entra, a Ivrea il Sindaco è del PD!”

Provincia: e perchè non con Ivrea?

Questa è la locandina di oggi su "La Stampa" (qui il pezzo nell'edizione on line http://edizioni.lastampa.it/biella/articolo/lstp/17077/). Analogo articolo che riporta buona parte del nostro comunicato è uscito oggi su "Eco" e su altri siti di informazione on line.

Chi segue alasinistra ha visto le nostre posizioni di queste settimane e spero che anche quelli che hanno scritto a riguardo in questi giorni ci facciano sapere il loro parere.

Di seguito il nostro comunicato

Chi comanda il Comandante?

Questo è il pezzo uscito oggi su "Eco", analogo articolo è stato pubblicato ieri su "il Biellese". La vicenda è molto semplice: il Comandante dei Vigili Urbani è subordinato al Segretario Comunale (http://www.comune.biella.it/sito/file/biellaonline/delibere_giunta_comun...) , scelta operata da questa Amministrazione che però contrasta con una serie di sentenze del TAR Piemonte e del Consiglio di Stato.

Abbiamo provato quindi a capirne di più, presentando l'interrogazione in allegato e sollevando la questione perchè la ratio della vicenda è che, avendo il Comando dei VV.UU. anche funzione di polizia ispettiva potrebbe trovarsi nella "spiacevole" situazione di dover accertare atti e comportamenti che rispondono direttamente alla funzione dirigenziale alla quale è sottoposto il corpo.


INTERROGAZIONE

Chiusura degli sportelli delle Poste e il silenzio di Gentile

Abbiamo letto le dichiarazioni della CGIL in merito alla chiusura degli sportelli delle Poste nel biellese. Quando per primi (http://www.alasinistra.org/?q=node/1097) ci siamo mobilitati contro la chiusura degli sportelli di Pavignano e Vandorno in molti ci dicevano che nulla era deciso, che le indiscrezioni stampa erano infondate. Sarà per questo che da due mesi (la nostra interrogazione è del 12 luglio) il Sindaco di Biella non ha minimamente ritenuto di proferir parola in merito a queste sempre più probabili chiusure.

E’ inqualificabile non solo il silenzio con il quale Gentile ha affrontato la questione ma il dato, ancora più grave, che egli nei fatti stia condividendo questa “razionalizzazione” delle Poste Italiane spa.

gli "amori" di Cota

Questa è la replica alla lettera pubblicata su "il Biellese" di martedì scorso a firma del Governatore del Piemonte Roberto Cota che potete leggere in coda a questo post.

buona lettura

Quindi Cota non ce l’ha con il biellese perché, secondo l’arguta argomentazione del Governatore del Piemonte, il nostro territorio è cosa sua, o meglio del suo partito in quanto esprime il Presidente della Provincia.

E poco importa se la Lega non ha mai superato il 15% e che la candidatura di Simonetti sia stata partorita con il Manuale Cencelli proprio da Cota nella villa di Arcore in barba alle decisioni del centro destra biellese.