La sinistra in comune

Chi comanda il Comandante?

Questo è il pezzo uscito oggi su "Eco", analogo articolo è stato pubblicato ieri su "il Biellese". La vicenda è molto semplice: il Comandante dei Vigili Urbani è subordinato al Segretario Comunale (http://www.comune.biella.it/sito/file/biellaonline/delibere_giunta_comun...) , scelta operata da questa Amministrazione che però contrasta con una serie di sentenze del TAR Piemonte e del Consiglio di Stato.

Abbiamo provato quindi a capirne di più, presentando l'interrogazione in allegato e sollevando la questione perchè la ratio della vicenda è che, avendo il Comando dei VV.UU. anche funzione di polizia ispettiva potrebbe trovarsi nella "spiacevole" situazione di dover accertare atti e comportamenti che rispondono direttamente alla funzione dirigenziale alla quale è sottoposto il corpo.


INTERROGAZIONE

Chiusura degli sportelli delle Poste e il silenzio di Gentile

Abbiamo letto le dichiarazioni della CGIL in merito alla chiusura degli sportelli delle Poste nel biellese. Quando per primi (http://www.alasinistra.org/?q=node/1097) ci siamo mobilitati contro la chiusura degli sportelli di Pavignano e Vandorno in molti ci dicevano che nulla era deciso, che le indiscrezioni stampa erano infondate. Sarà per questo che da due mesi (la nostra interrogazione è del 12 luglio) il Sindaco di Biella non ha minimamente ritenuto di proferir parola in merito a queste sempre più probabili chiusure.

E’ inqualificabile non solo il silenzio con il quale Gentile ha affrontato la questione ma il dato, ancora più grave, che egli nei fatti stia condividendo questa “razionalizzazione” delle Poste Italiane spa.

gli "amori" di Cota

Questa è la replica alla lettera pubblicata su "il Biellese" di martedì scorso a firma del Governatore del Piemonte Roberto Cota che potete leggere in coda a questo post.

buona lettura

Quindi Cota non ce l’ha con il biellese perché, secondo l’arguta argomentazione del Governatore del Piemonte, il nostro territorio è cosa sua, o meglio del suo partito in quanto esprime il Presidente della Provincia.

E poco importa se la Lega non ha mai superato il 15% e che la candidatura di Simonetti sia stata partorita con il Manuale Cencelli proprio da Cota nella villa di Arcore in barba alle decisioni del centro destra biellese.

Palazzo Pella: di chi è il "merito" dello squallore?

Dopo la nostra denuncia (http://www.alasinistra.org/?q=node/597) dello scorso anno sullo stato di totale abbandono in cui versava (e in buona parte versa ancora) il comando dei Vigili urbani di Biella, proprio oltre quel muro vediamo un'altra indecente situazione presso il palazzo che ospita assessorati e uffici comunali. E non c'è bisogno di nessun miracolo invocato a Lourdes per risolvere questa situazione, basterebbe solo la volontà politica che, evidentemente, a questa Giunta manca del tutto.

L'immagine è copia dell'articolo uscito oggi su "La Stampa" mentre di seguito potete leggere la nostra interrogazione in merito.


INTERROGAZIONE

Premesso che

Gentile, Lourdes, il Cal e la "grazia" per Biella

Solo un mese fa leggevamo che il Sindaco di Biella non avrebbe fatto vacanze in agosto perché troppo oberato dagli impegni istituzionali per concedersi un po' di riposo. Oggi, che il mese volge al termine, scopriamo che sì, in effetti, Gentile non si è concesso le classiche ferie ma ha girato l'Italia e pure l'estero, nel tentativo (disperato) di raccattare voti.

Prima a Trani per partecipare alla processione di San Nicola poi a Antonimina e infine a Lourdes.

Se nei primi due casi per risollevare le sorti della nostra disgraziata città Gentile si affida ad improbabili gemellaggi nella speranza di garantirsi un po' di voti di emigranti pugliesi e antoniminesi, nel terzo caso non ne capiamo davvero il senso se non quello di fare un po' di proselitismo tra i fedeli in trasferta.

l'oreccho assoluto di Gentile

Dopo una settimana di vancanze alasinistra torna in piena attività. Non che ci fossimo fermati o non avessimo seguito le "questioni" locali, anzi. Questa lettera di domenica scorsa, pubblicata su "La Stampa" l'avevamo scritta avendo più di un presagio di quello che martedì è poi successo e che credo tutti e tutte abbiate letto sui giornali e sui social network. L'"orecchio assoluto" di Gentile si è avvalso del contributo dell'Arpa per trovare la scusa per bloccare la musica e quindi, di fatto, decretare la morte, del "Goa Boa Summer".

Abbiamo espresso la nostra solidarietà agli organizzatori dell'evento estivo allo stadio cittadino sui social network e non solo tanto che oggi, la nuova iniziativa editoriale di "Eco", EcoSocialClub, ci riprende.

Il nostro campo?

Il vecchio adagio dice che due indizi fanno una prova e, a leggere le cronache politiche di questi ultimi mesi, la prova sarebbe di un nuovo, inedito (e inguardabile almeno per me) asse tra Ronzani e i maggiorenti del Pdl biellese. 

Ma partiamo dalla fine, cioè da oggi: Ronzani scrive a Gentile per sollecitare una sua incisiva (ma conosce il buon Donato l'Onorevole Wilmer?) presa di posizione sul nuovo Ospedale senza risorse e dal futuro incerto prima ancora di nascere.

Il buon Donato non aspettava altro, il massimo successo con il minimo sforzo e poi chissà che la cosa torni utile per il futuro, si sarà detto... È di giugno invece, quando il Governo Monti sostenuto dall'inedita maggioranza Pd-Pdl-Terzo Polo "riordina" la provincia che, sempre Ronzani, verga un laconico comunicato con il suo collega Leardi per dichiarare che l'unica opzione possibile è il ritorno con Vercelli.

lassù qualcuno ci ama (e ci legge)

In effetti questa non è proprio una notizia, da quando esiste alasinistra.org l'Assessore Mello Rella ha sempre dichiarato di leggerci con molta attenzione, probabilmente facendo suo il famoso detto "bisogna conoscere il nemico..." però questa conferma è comunque significativa.

Una scoperta che ne cela molte altre, a quanto ne so (a partire da alcune redazioni dei giornali locali), ma che solo per Mello si può verificare evidentemente essendo il suo studio l'unico che ha una connessione personalizzata. Un pò come nel caso dell'Arpa che dopo aver polemizzato in merito al nostro cs sul Goa Boa probabilmente non ha gradito la replica uscita ieri su "Eco" (e leggibile qui http://www.alasinistra.org/?q=node/1132) e ci monitora costantemente, sperando che lo faccia anche su altre cose più importanti e di sua specifica competenza.

Provincia: alea iacta est

Torno nuovamente sul futuro che riguarderà la nostra oramai ex provincia e lo faccio sempre dalle colonne de "il Biellese" che, in questo ultimo periodo, sembra sia l'unica testata che ha provato a scrivere cose non banali o da tifoseria calcistica. 

Solo una precisazione: non sono il coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà e nella lettera al giornale mi sono firmato semplicemente con nome e cognome.

Di seguito la lettera a "il Biellese".

Egregio Direttore,

Provincia, un dibattito sul futuro, ma di chi?

Il dibattito sul futuro del nostro territorio è stato monopolizzato in queste settimane tra chi (PDL e PD) spinge per accorpare la nostra Provincia con Vercelli e chi (Lega e l'Europarlamentare Susta) con Novara, VCO e Vercelli.

Un paio di settimane fa, il direttore de "il Biellese" con un editoriale richiamava la politica alle sue responsabilità, e esponeva un ragionamento - anche se non del tutto condivisibile - del tutto lapalissiano: se nella cosiddetta Prima Repubblica la politica (quasi al completo) si era battuta per il nostro territorio ottenendo, dopo anni di battaglie, lo status di Provincia autonoma, nella Seconda invece il dibattito volava così basso da non capire neppure l'orizzonte del volo.