warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

La sinistra in comune

#BenvenutaSinistra @Biella e adesso si parte!

Ieri abbiamo tenuto, presso la nostra sede, in Piazza Santa Marta a Biella la Conferenza Stampa di presentazione delle nostre cinque candidature. Io con Stefania Poppa alla Camera e Annamaria Fazzari, Angelo Sacco e Tony Filoni al Senato componiamo la cinquina dei candidati biellesi di SEL per il prossimo parlamento. Tutte e tutti noi siamo passati dalle Primarie del 30 dicembre scorso e siamo a servizio di un progetto che va - come avevo scritto presentando la mia candidatura - al di là delle nostre sorti personali. Ieri tra le cose dette mi ha colpito quello che ha detto Stefania: "io mi sono candidata alle Primarie e adesso al Parlamento perchè credo che mettendosi in gioco, con la propria storia e la propria faccia sia l'unico strumento per provare a cambiare questo paese, per ridare una speranza ai giovani, per cominciare a fare, finalmente, qualcosa di sinistra". Ecco Stefania siamo tutti e tutte noi.

impianti sportivi: i soldi ci sono o non ci sono?

Di fronte all’assordante silenzio che ha accolto il nostro recente comunicato in merito alla difficilissima situazione dello sport cittadino abbiamo deciso di andare fino in fondo in merito ai trasferimenti regionali e ai finanziamenti per la realizzazione di nuovi impianti sportivi. Per questo - grazie all’impegno della capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà alla Regione Piemonte, Monica Cerutti -, abbiamo cercato di analizzare i dati regionali e mettere alla luce la situazione rispetto all’impiantistica sportiva di Biella, ed in particolare dell’impianto di Chiavazza.

L’Amministrazione Gentile aveva dichiarato  che ci sarebbe stata una promessa di contributo di euro 600.000 nel 2009, si evince, invece che detta promessa non è sostenuta da alcun provvedimento formale della Regione Piemonte con il quale assegnare un contributo all’impianto sportivo.

Revisori dei conti: quando a decidere è la dea incappucciata

 

Con la legge voluta dal Governo Berlusconi e convertita in legge delle Stato da quello Monti in materia di “revisori dei conti”, siamo in presenza non solo di una modifica sostanziale per la nomina dei “controllori” dei conti e dei bilanci dei Comuni ma anche di una dimostrazione plastica di quella che è, nei fatti, una normativa in contrasto con le leggi vigenti.

Nella nuova normativa infatti i revisori dei conti non vengono più scelti dalle assemblee elettive comunali ma, invece, attraverso una scelta del Ministero delle Finanze attingendo da un apposito albo regionale al quale i soggetti interessati - con i requisiti richiesti - , si potevano iscrivere.

quando lo sport è solo terreno di gioco...elettorale

Le notizie assolutamente allarmanti che il Comune ha comunicato in questi settimane in materia di impianti sportivi sono la dimostrazione provata di come il centro destra intende lo sport. Un’utile serbatoio elettorale da usare come un klinnex dopo il voto e così, le roboanti promesse elettorali, gli impegni presi, le parole pronunciate diventano come foglie al vento.

Il nostro Stadio che non ha più gestore, il campo di Chiavazza che non si realizzerà, le convenzioni a carico unicamente delle società sportive; tutto questo dimostra plasticamente il fallimento del centro destra in materia di politica sportiva.

senza corruzione #riparteilfuturo

Mentre la politica italiana da ampia dimostrazione del peggio di se, tra fughe di candidati con firme al seguito e “accorgimenti” sull’incandidabilità dei cosiddetti “impresentabili” nelle liste, da alcune settimane tutti e tutti i candidati alle elezioni politiche del 2013 sono stati invitati dall’associazione “Libera – contro le mafie” a sottoscrivere l’appello “senza corruzione – riparte il futuro”.

Nei giorni scorsi ho sottoscritto quale candidato di Sinistra Ecologia e Libertà l’appello di “Libera” impegnandomi sui cinque punti e presentando la documentazione richiesta (http://www.riparteilfuturo.it/politici/roberto-pietrobon/) .

una "taglia" sulle sparate leghiste

La perdita verticale di consensi e la parallela necessità di doverne recuperare in vista delle elezioni di febbraio, devono aver messo in moto le stanche menti dei leghisti nostrani che, nel giro di pochi giorni, si sono tuffati in una disperata, quanto ridicola, rincorsa al voto “law&order” solleticando per l’ennesima volta la pancia dell’elettorato.

Prima la “taglia” su chi da indicazioni utili per “scovare” i malviventi in quel di Cossato e oggi le ronde camuffate in quel di Biella.

Non sappiamo se la ricerca dei malviventi si basi su nuove avveniristiche scoperte in materia di psicologia criminale o invece sulla già collaudata “teoria del Lombroso” che, se adottata a suo tempo, avrebbe permesso forse alla Lega Nord di evitare di affidare i soldi pubblici a un signore che faceva affari con l’ndrangheta e li nascondeva in Tanzania.

il voto utile

No, non ci sto, non ci sto neanch’io a questo appello al voto utile. E’ un ritornello che sento da troppi anni e che ha portato solo disastri nella politica italiana. L’ultima volta che l’abbiamo sentito è stato nel 2008; a pronunciarlo fu Walter Veltroni che così si assicurò una splendida sconfitta  regalando, se possibile, una vittoria ancor più netta a Silvio Berlusconi e alle destre.

Come sapete, una parte del cosiddetto “voto utile” colpì anche “la Sinistra l’Arcobaleno” tentativo tardivo, di vertice, ingessato e litigioso di unire la sinistra a sinistra del PD. Per cinque anni le sinistre sono state espulse dal Parlamento italiano con danni che oggi mi appaiono ancora più evidenti. Nella regressione degli spazi della democrazia ma soprattutto nell’agibilità politica di chi prova - anche da posizioni di minoranza – a ribellarsi alla rassegnazione quotidiana.

ho deciso, cambio lista...

Ho deciso, cambio lista, certo son candidato in quarta posizione nella lista della Camera nella mia circoscrizione per Sinistra Ecologia e Libertà ma, in fondo, che importanza ha?!

L'avete vista quella che in 24 ore da candidata dell'AgendaMonti è passata con il PDL?

duecentomila alasinistra!

L'asticella è stata superata, nei giorni scorsi questo sito ha superato le 200 mila pagine visitate e i centomila visitatori unici.

Con più di 1000 post dal giugno del 2010 alasinistra ha provato a raccontare la politica, la società, a dare e dire quello che, nel biellese e non solo, nessun altro dice. Non solo quindi l'attività istituzionale del Gruppo de "La Sinistra" o quella della mia militanza politica ma, anche, un occhio diverso per vedere il presente e per raccontare i fatti del passato.