warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Diritti e libertà

Perchè un monumento per la Polizia di stato e nessuno per la Resistenza biellese?

Nei giorni scorsi avevo inoltrato ai giornali locali un’interrogazione in merito a una delle ultime delibere licenziate dalla Giunta cittadina. In questa delibera infatti si decide di istituire un luogo e un monumento per i caduti della Polizia di Stato, una scelta – viene scritto nella delibera – sollecitata dall’Associazione Nazionale dei poliziotti e che vedrà tempi celerissimi e risorse certe da parte dell’Amministrazione per la sua realizzazione.

Nell’interrogazione non critico la scelta ma chiedo perché, in questo periodo di scarsissime risorse dell’ente, si trovino così velocemente tremila euro e, invece, non si sia dato corso a una delibera del 2009 (una delle ultime della Giunta Barazzotto) che prevedeva l’edificazione di un Monumento alla Resistenza biellese.

Pizza senza birra

E noi che pensavamo di esserci liberati delle anacronistiche ordinanze comunali. Scappato in Europa il Cofferati  “Peron”, trasmigrato in Regione lo sceriffo novarese Giordano, trombati buona parte dei sindaci leghisti lombardi tutto potevamo immaginare eccetto che a riproporre questa superata e assolutamente inefficace pratica fossero gli “iperdemocratici” grillini di Parma.

Invece eccoli qui, come novelli Savonarola del quieto vivere riproporre l’ordinanza bolognese di 5 anni fa, quella che vieta il consumo di alcolici dopo le 21 per le strade di Parma, nell’inutile tentativo di contenere le intemperanze giovanili di una città, per di più, con moltissimi studenti e studentesse universitarie.

ma piantiamola!

A me Biella piace, è una città tranquilla, bella, con delle montagne magnifiche e una natura davvero invidiabile.

Ha però un grosso difetto...i biellesi. Un mix di provincialismo e di "civiltà montanara" che potremmo sintetizzare con "non si fanno mai i cazzi loro"...

Una caratteristica che dovrebbe aiutare in taluni casi, tipo quando un anziano si sente male e il vicino chiama prontamente l'ambulanza ma che, in verità acquisisce per lo più, le caratteristiche dello spiffero e della diceria che poi, essendo anche il capoluogo un grosso paesone, corre di bocca in bocca e...arriva a chi di "dovere".

m'iscrivo ai democratici...

..americani, perchè in Italia al massimo cerchiamo di fare, timidamente, questo e nessuno, neanche a sinistra, lancerebbe questa campagna...

Comune di Biella: partite IVA senza stipendio da sei mesi?

Questo è l'articolo de "La Stampa" di oggi, mentre di seguito trovate quello pubblicato su "Eco". Non c'è molto da aggiungere su questa incresciosa vicenda se non una risposta a stretto giro di posta al Super Assessore Mello Rella che oltre al Bilancio si occupa anche di Personale e che dichiara candidamente che non ne sa nulla di questa vicenda e che verificherà. Pare che l'abbia fatto e che, guarda caso, alla tesoreria proprio ieri sia arrivato l'input di liquidare il dovuto...Misteri di questa Amministrazione...Ah, una domanda: ma se noi non avessimo presentato questa interrogazione quanto ancora sarebbero rimasti alcuni lavoratori senza essere pagati? 

Da "Eco di Biella", 12 luglio 2012. di Enzo Panelli

non siamo morti a Genova

Oggi è arrivata la sentenza definitiva della Cassazione che conferma le condanne per i macellai in divisa che compirono la mattanza della Diaz, il 22 luglio 2001.

L'anno scorso parlando con Marco Imarisio, alla presentazione del suo libro qua, a Biella, ci dicevamo che il pericolo era un possibile colpo di spugna con la sentenza della Cassazione.

l'obbedienza non è una virtù

Questa condanna era nell'aria e, come tutte le cose scontate, verrebbe da chiedersi le motivazioni reali di certe scelte. Il processo a carico di Umberto e Valentina era già un assurdo di per sè perchè si basava - come uno analogo che mi vide protagonista quasi dieci anni fa e per il quale fui, fortunatamente assolto - su una legge fascista, il Codice Rocco, e soprattutto perchè si scaglia contro il diritto al dissenso pacifico. 

cannabis terapeutica: una battaglia di civiltà e per il futuro

Questo è il servizio sulla conferenza stampa svolta ieri da Monica Cerutti, capogruppo regionale di SEL per presentare la proposta di legge per introdurre i farmaci a base di cannabinoidi in medicina.

La proposta di Monica segue la recente approvazione di leggi regionali in Toscana e per malati di SLA in Puglia.

La conferenza stampa non è stata indetta a caso ieri visto che era la giornata mondiale di lotta contro la Sclerosi multipla, una patologia che attraverso l'utilizzo di medicinali a base di cannabinoidi ha dimostrato di avere un'efficacia rispetto alla terapia del dolore che colpisce i malati affetti da questa brutta e invalidante malattia.

Brindisi 19 maggio 2012: anche Biella in piazza contro il terrore mafioso

Non si sa ancora chi ha piazzato gli ordigni davanti alla scuola "Falcone-Morvillo" questa mattina a Brindisi. Tutto porta alla pista mafiosa ma, in questo paese non si sa mai...Intanto l'Italia civile deve mobilitarsi da subito.

Oggi, anche a Biella, alle 18.30 sotto i portici del Municipio.

i problemi reali

Mentre il Palazzo nel quale sono asserragliati Gentile e la sua Giunta discutere come sopravvivere fino al 2014 ieri il Gruppo Consiliare de "La Sinistra" unitamente alla Federazione della Sinistra e a Sinistra Ecologia e Libertà ha tenuto una conferenza stampa per denunciare lo scandalo del regolamento attuativo sulla nuova legge regionale sulla casa oltre che denunciare la situazione delle case popolari nella nostra Città e avanzare le nostre proposte.

L'immagine del post è dell'articolo di oggi su "La Stampa" mentre di seguito potete leggere i due articoli che ci ha dedicato l'Eco.

CASO DELL'EMERGENZA ABITATIVA Più di 100 alloggi popolari inutilizzati