warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Diritti e libertà

Referendum caccia: La Lega e il PDL cancellano la democrazia

Come immagino abbiate letto, ieri pomeriggio la maggioranza di centro destra ha, con un vero e proprio colpo di mano, cancellato la legge sulla caccia per impedire il Referendum previsto il 3 giugno prossimo.

Di seguito trovate il nostro comunicato diffuso ieri appena abbiamo saputo la notizia, qui (http://www.referendumcaccia.it/) invece quello del Comitato promotore e qui quello della Capogruppo regionale di SEL Monica Cerutti.

Grillo è una montagna di m....

 

La mafia non ha mai strangolato il proprio cliente, la mafia prende il pizzo, il 10 per cento.

Beppe Grillo, Palermo, 29 aprile 2012

questo è l'elenco aggiornato delle vittime (accertate)  che Libera ha redatto quest'anno in occasione della "Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie" svoltasi il 21 marzo scorso a Genova.

Ecco chi è il medico che guiderà l'ASL di Biella

La montagna ha partorito il topolino o, meglio, la destra e la Lega Nord hanno fatto un nuovo piano sanitario unicamente per tagliare risorse e servizi e moltiplicare le poltrone e assegnarle, con il classico "Manuale Cencelli" tra le correnti, le lobbies e gli spifferi della maggioranza regionale.

Nelle caselle della lottizzazione, Biella rimane alla Lega. Evidentemente avendo battuto i pugni sul nuovo ospedale, la Dott.ssa Peona paga quell'autonomia che in casa padana si sa non essere tollerata.

la lobby del cacciatore

Sono giornate frenetiche in Regione Piemonte, non solo per le note fratture nel centro destra ma, perché oltre a dover approvare il Bilancio e fare le nomine in sanità, la Giunta e il Consiglio Regionale si stanno allambiccando in estenuanti trattative tra fazioni, gruppi e lobbies per capire come fare ad evitare il Referendum regionale per limitare la caccia, previsto - con un’ordinanza ingiuntiva del TAR - il 3 giugno prossimo.

Ci sono voluti 25 anni per far svolgere questa consultazione, e la nostra posizione la conoscete ed è ben visibile a tutti i e le frequentatrici di alasinistra.

finalmente Referendum, e adesso vinciamolo!

 

 

 

Finalmente! Dopo 25 anni abbiamo, finalmente, la certezza che in primavera in Piemonte si svolgerà il referendum sulla caccia. Ci sono voluti venticinque anni e una definitiva sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per imporre alle istituzioni lo svolgimento di un referendum richiesto nel lontano 1987 da 60.000 piemontesi.

L'Italia sono anche loro (nonostante Grillo e la Lega)

 

 

Nei giorni scorsi i gruppi consiliari de “La Sinistra”, del Partito Democratico, dell’Italia dei Valori, di “I love Biella” e di “Lab 21” hanno sottoscritto una mozione per sostenere la campagna nazionale “l’Italia sono anch’io”. Una campagna che anche qui a Biella, da due settimane (sabato prossimo in Via Italia sotto il Comune ci sarà il terzo banchetto di raccolta firme) ha prodotto moltissime adesioni di associazioni e di cittadini e cittadine.

La campagna è nata per presentare due proposte di legge di iniziativa popolare per il riconoscimento dei diritti civili e politici dei cittadini e delle cittadine migranti.

cheffaimicacci?

E alla fine, finì anche la Lega.

Il più vecchio partito presente in Parlamento (se si esclude la piccola pattuglia radicale) sta per implodere.

E tutto per colpa del cugino di Sandokan.

Update:

In queste ore sembra sia stata firmata tra il Bobo e l'Umberto una sorta di pace armata.

ognuno vale uno?

 

C’è un movimento senza capi ne padroni

Il merito va chi di città in città supporta il movimento, organizza i meet up

Rovesciamo la piramide

Queste sono solo alcune delle evocative suggestioni che compaiono nell’inno ufficiale del MoVimento 5 stelle. Ci sono altre affermazioni un po’ ridicolo come “chi lotta per il wi-fi in uno stato di diritto” e altre apocalittiche e filosofiche “destra e sinistra son solo congetture, non si arrenderanno mai, ma noi neppure…”

A sinistra fortunatamente non si è mai avuto bisogno di inni ufficiali, bastavano quelli del movimento operaio, che valevano dall’Italia al Bangladesh.

a chi manca il pane quotidiano e a chi no...

Il titolo scelto da "La Stampa" di oggi non è proprio preciso perchè, come potrete leggere nell'interrogazione di seguito, io non ho messo in contrapposizione direttamente i 2000 € per il rinfresco di Santo Stefano per autorità religiose e civili e la "mensa del povero".

Ho sottolineato però che in una delibera che elargiva contribuzioni a pioggia ad ogni tipo di associazione o ente, purtroppo non ho trovato "il pane quotidiano" di Via Novara.

Le conclusioni sono libere e, come si dice, il finale è aperto.

Il dato vero è che nei tre bilanci precedenti (due sotto Gentile, uno sotto Barazzotto) non c'erano fondi per la mensa della Caritas ma neanche per il banchetto di Santo Stefano (fino a quelli elargiti la settimana scorsa). Perchè?

A questa semplice domanda sono certo, domani, qualcuno vorrà rispondermi, in maniera unilaterale, ovviamente!