warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Giovani

la "movida" e lo sguardo corto di Gentile

Egregio Direttore,

                correva l’anno 2008 quando, in una sorta di inedita edizione delle “larghe intese” ante litteram in salsa biellese PD e PDL votavano l’inutile acquisto di telecamere per la città alla “modica” cifra di 250 mila euro. Allora, solo la Sinistra si oppose in aula e fuori dall’aula a quel provvedimento.

Scrivemmo, io e l’allora consigliera Barbara Frediani, lettere e comunicati per spiegare che quello non era il modo per affrontare i classici problemi che si determinano in ogni città con la “movida” del fine settimana.

Pallacanestro Biella: l'ennesima misera partita elettorale

Questo è il pezzo di Eco di oggi che da conto del nostro comunicato che potete leggere di seguito e di quello di Pallacanestro Biella dopo le dichiarazioni di Pella. Come avevo anticipato ieri nel precedente post questa è davvero una brutta partita, dove si alimenta una malsana guerra tra soceità sportive e si "accarezza" l'elettorato promettendo e poi smentendo tutto e il suo contrario...

COMUNICATO STAMPA

che brutta partita...

Questo è l'articolo uscito ieri su "il Biellese" e di seguito trovate due pezzi scritti da Stefano Zavagli, oggi su "La Stampa". Ci sono affermazioni virgolettate dell'Assessore che stanno provocando pesanti reazioni. Le nostre tra queste. Domani, spero, di riuscirne a dare conto più diffusamente perchè il clima civile non vuol dire che tutti siamo disponibili a non verificare le parole dette.

"One Billion Rising" perchè ci riguarda

Quando, un paio di anni fa, ho letto i “monologhi della mia vagina” di Eve Ensler ho pensato che fosse davvero un libro “rivoluzionario” che non solo le mie coetanee ma, soprattutto che i miei coetanei, avrebbero dovuto leggere. Perchè vedete, il tema del sesso, dell’uso dei nostri corpi è il tema di questo millennio (e anche di quelli precedenti) e la conoscenza, prima del rispetto della sessualità dell’altra/o, è il primo passo perché un evento mondiale come quello che sta andando in scena in queste ore in tutto il mondo, non serva più.

impianti sportivi: i soldi ci sono o non ci sono?

Di fronte all’assordante silenzio che ha accolto il nostro recente comunicato in merito alla difficilissima situazione dello sport cittadino abbiamo deciso di andare fino in fondo in merito ai trasferimenti regionali e ai finanziamenti per la realizzazione di nuovi impianti sportivi. Per questo - grazie all’impegno della capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà alla Regione Piemonte, Monica Cerutti -, abbiamo cercato di analizzare i dati regionali e mettere alla luce la situazione rispetto all’impiantistica sportiva di Biella, ed in particolare dell’impianto di Chiavazza.

L’Amministrazione Gentile aveva dichiarato  che ci sarebbe stata una promessa di contributo di euro 600.000 nel 2009, si evince, invece che detta promessa non è sostenuta da alcun provvedimento formale della Regione Piemonte con il quale assegnare un contributo all’impianto sportivo.

quando lo sport è solo terreno di gioco...elettorale

Le notizie assolutamente allarmanti che il Comune ha comunicato in questi settimane in materia di impianti sportivi sono la dimostrazione provata di come il centro destra intende lo sport. Un’utile serbatoio elettorale da usare come un klinnex dopo il voto e così, le roboanti promesse elettorali, gli impegni presi, le parole pronunciate diventano come foglie al vento.

Il nostro Stadio che non ha più gestore, il campo di Chiavazza che non si realizzerà, le convenzioni a carico unicamente delle società sportive; tutto questo dimostra plasticamente il fallimento del centro destra in materia di politica sportiva.

l'oreccho assoluto di Gentile

Dopo una settimana di vancanze alasinistra torna in piena attività. Non che ci fossimo fermati o non avessimo seguito le "questioni" locali, anzi. Questa lettera di domenica scorsa, pubblicata su "La Stampa" l'avevamo scritta avendo più di un presagio di quello che martedì è poi successo e che credo tutti e tutte abbiate letto sui giornali e sui social network. L'"orecchio assoluto" di Gentile si è avvalso del contributo dell'Arpa per trovare la scusa per bloccare la musica e quindi, di fatto, decretare la morte, del "Goa Boa Summer".

Abbiamo espresso la nostra solidarietà agli organizzatori dell'evento estivo allo stadio cittadino sui social network e non solo tanto che oggi, la nuova iniziativa editoriale di "Eco", EcoSocialClub, ci riprende.

il guerriero della notte

 
L’incredibile “blitz” operato lo scorso martedì dal Sindaco di Biella presso il “Goa Boa Summer” allo Stadio cittadino ha dell’incredibile. Ancora più incredibile la diffida ad esso seguita e che lascia davvero basiti. Non solo Gentile improvvisandosi sceriffo di frontiera si reca al “Pozzo-Lamarmora” con una pattuglia dei Carabinieri riscontrando che non vi sono irregolarità formali da imputare alla manifestazione estiva ma, rasentando il ridicolo, produce una intimidatoria diffida utile solo a coccolare qualche sparuto elettore che evidentemente ha molta voce in capitolo tra le stanze di Palazzo Oropa.
 
Eppure ricordiamo tutti lo stesso Gentile minimizzare lo scampato coma etilico alla festa studentesca del 13 giugno scorso perchè, pare, sovrano era il divertimento, anche se illegale e incontrollato, oltre che pericoloso.

E' arrivato il Partito Pirata, si chiama Siae...

In questi ultimi due anni è cresciuto, soprattutto nei paesi scandinavi e in Germania il fenomeno del Partito Pirata, un’organizzazione giovane, costruita a rete (come il web) che professa l’accesso gratuito al sapere e all'informazione attraverso internet. L’ho fatta molto schematica anche perché, a leggere le corrispondenze giornalistiche dall’Italia, sembrerebbe che i connotati populistici anti casta caratterizzino molto queste formazioni. In Italia molti tratti dei “pirati” sempre i giornali di casa nostra li hanno attribuiti al MoVimento 5 Stelle che però, come ha dichiarato uno dei portavoce dei Piraten tedeschi, Carlo Von Lynx : «Il Movimento 5 Stelle è un partito proprietario, gerarchico come il copyright».

Stadio: quando i fatti hanno la testa dura

Ieri l'Assessore Delmastro ci dimostrava plasticamente, con un articolo su "Eco" di essere solo "chiacchiere e distintivo" come, del resto, avevamo già scritto.

Affermare che lo Stadio è in ottime condizioni è negare l'evidenza, far finta che in questi mesi la società gestrice non abbia fatto ripetute denunce pubbliche  e soprattutto - che è l'aspetto più grave - provare a farci passare per millantatori e demagoghi utilizzando il trucco più vecchio del mondo, quello appartenete alla vecchia politica però, quella che fa della denigrazione dell'avversario l'unico strumento per coprire le proprie macroscopiche deficienze.