warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.alasinistra.org/htdocs/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Giovani

Quelli del Rave i veri #innamoratidelbiellese

Un paio di giorni fa questo giornale ha ospitato l'autorevolissima posizione del Segretario del PD locale, Paolo Furia, in merito alla riorganizzazione delle Province prospettata dalla Regione Piemonte che ci vedrebbe (come già ipotizzato con il Governo Monti) insieme a Vercelli, Novara e Verbano-Cusio-Ossola.

la legittima difesa e gli onorevoli "pistola"

In questo disgraziato paese qualsiasi evento di cronaca si trasforma e si ingigantisce fino a sbiadire il senso e il contorno delle cose. Avviene soprattutto quando il cortocircuito tra informazione e politica gioca ad alimentare le paure. Un sicuro bottino di ascolti per i primi e di voti per i secondi. La paura dei “diversi” adesso si è spinta non solo in pericolose campagne xenofobe verso profughi e migranti ma ha anche confezionato la soluzione a portata di mano: l’arma da fuoco.

Pistola, rivoltella, fucile, mitraglietta, tutto è utile a farci credere che con un’arma saremo finalmente al sicuro. L’uomo nero non entrerà più in casa e se proprio lo dovesse fare noi siamo pronti, un po’ Texas Ranger un po’ giustiziere della notte.

fumeria di "cannabis" e dibattiti stupefacenti

“L’ex Mirò-Spritz trasformato in fumeria di cannabis”. Questi i titoli che abbiamoletto in questi giorni sulla stampa locale. Così, quello che per anni è stato il ritrovo per centinaia di giovani della “Biella bene” o, più semplicemente, amanti di un certo tipo di musica e di certo tipo di divertimento, è diventato per una notte (o forse di più) un luogo di ritrovo dove fumare cannabionidi e bere alcool.

In verità nulla di nuovo rispetto alle presenti e passate notti dei giovani biellesi visto che da noi, come in tutta Italia, i consumatori di hashish e marijuana sono tantissimi.

Troppo rumore per nulla

Torrida estate, torride polemiche. Immancabili, come immancabile ritorna l’eterno bisogno di conciliare il diritto al riposo con il diritto al divertimento. E qui sta il primo, fondamentale, aspetto. I giovani (e meno giovani) hanno diritto, durante l’estate, di divertirsi senza andare al mare o fuori provincia dove la potenza dei decibel non è inversamente proporzionale alla soglia di tolleranza delle nostre orecchie?

A questa domanda sono spesso chiamati a rispondere gli amministratori locali che, praticamente sempre, rispondono che prima esiste il diritto al riposo e solo dopo il diritto al divertimento. Così si produce un cortocircuito che innesca polemiche, esposti, controlli, sanzioni, divieti, multe e, quasi sempre, la morte del divertimento.

"le infinite bellezze del tennis"

 

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.” Quando lessi questa frase di David Foster Wallace pensai che stava, come al solito, esagerando. Invece, come al solito, non esagerava.

Due anni fa, per la prima volta, varcai i cancelli del Circolo Tennis Biella.

la "movida" e lo sguardo corto di Gentile

Egregio Direttore,

                correva l’anno 2008 quando, in una sorta di inedita edizione delle “larghe intese” ante litteram in salsa biellese PD e PDL votavano l’inutile acquisto di telecamere per la città alla “modica” cifra di 250 mila euro. Allora, solo la Sinistra si oppose in aula e fuori dall’aula a quel provvedimento.

Scrivemmo, io e l’allora consigliera Barbara Frediani, lettere e comunicati per spiegare che quello non era il modo per affrontare i classici problemi che si determinano in ogni città con la “movida” del fine settimana.

Pallacanestro Biella: l'ennesima misera partita elettorale

Questo è il pezzo di Eco di oggi che da conto del nostro comunicato che potete leggere di seguito e di quello di Pallacanestro Biella dopo le dichiarazioni di Pella. Come avevo anticipato ieri nel precedente post questa è davvero una brutta partita, dove si alimenta una malsana guerra tra soceità sportive e si "accarezza" l'elettorato promettendo e poi smentendo tutto e il suo contrario...

COMUNICATO STAMPA

che brutta partita...

Questo è l'articolo uscito ieri su "il Biellese" e di seguito trovate due pezzi scritti da Stefano Zavagli, oggi su "La Stampa". Ci sono affermazioni virgolettate dell'Assessore che stanno provocando pesanti reazioni. Le nostre tra queste. Domani, spero, di riuscirne a dare conto più diffusamente perchè il clima civile non vuol dire che tutti siamo disponibili a non verificare le parole dette.

"One Billion Rising" perchè ci riguarda

Quando, un paio di anni fa, ho letto i “monologhi della mia vagina” di Eve Ensler ho pensato che fosse davvero un libro “rivoluzionario” che non solo le mie coetanee ma, soprattutto che i miei coetanei, avrebbero dovuto leggere. Perchè vedete, il tema del sesso, dell’uso dei nostri corpi è il tema di questo millennio (e anche di quelli precedenti) e la conoscenza, prima del rispetto della sessualità dell’altra/o, è il primo passo perché un evento mondiale come quello che sta andando in scena in queste ore in tutto il mondo, non serva più.

impianti sportivi: i soldi ci sono o non ci sono?

Di fronte all’assordante silenzio che ha accolto il nostro recente comunicato in merito alla difficilissima situazione dello sport cittadino abbiamo deciso di andare fino in fondo in merito ai trasferimenti regionali e ai finanziamenti per la realizzazione di nuovi impianti sportivi. Per questo - grazie all’impegno della capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà alla Regione Piemonte, Monica Cerutti -, abbiamo cercato di analizzare i dati regionali e mettere alla luce la situazione rispetto all’impiantistica sportiva di Biella, ed in particolare dell’impianto di Chiavazza.

L’Amministrazione Gentile aveva dichiarato  che ci sarebbe stata una promessa di contributo di euro 600.000 nel 2009, si evince, invece che detta promessa non è sostenuta da alcun provvedimento formale della Regione Piemonte con il quale assegnare un contributo all’impianto sportivo.