ciao compagno Massimo

E’ quasi impossibile trovare le parole giuste per commentare la morte di qualcuno e, soprattutto, per evitare di cadere nella facile retorica.

Domenica ci ha lasciato Massimo Carnevali, il sindacalista, il padre, l’operaio, il motociclista ma, per me, soprattutto il compagno. Questo termine farà sorridere i più; in questa parola però, per chi ancora la usa, c’è dentro un mondo.

Un mondo che può apparire superato, arcaico, addirittura negativo. Per noi - per il variegato e disperso mondo della sinistra - però questo termine è ancora carico di significati, rappresenta il modo con il quale definiamo un vincolo di fratellanza.

la vendetta di Gentile e le "elezioni" provinciali...

La vendetta è un piatto che va servito freddo. E’ probabilmente dal giugno del 2014 che Dino Gentile, Preside ed ex Sindaco di Biella, medita la strategia migliore per “ripagare” la sua vecchia coalizione per il sostegno mancato nel decisivo ballottaggio con il vincente Marco Cavicchioli. Siccome solo le vittorie hanno molti padri mentre le sconfitte sono orfane è da quel giugno che Gentile chiede, inascoltato, una resa dei conti per individuare colpe e responsabilità di quel risultato.

In verità, anche se il centro destra avesse marciato unito e compatto, il problema non fu al ballottaggio (c’era l’onda del PD al 41%!) che l’ex esponente azzurro condusse praticamente da solo ma nella campagna, decisiva, del primo turno quando l’esponente PD superò (contro ogni pronostico) il forzista.

quando la politica si divide solo sui botti di Capodanno...

Botti sì, botti no. La politica locale si divide sulle ordinanze comunali emanate in merito ai fuochi e ai botti nella notte di Capodanno. Il capoluogo, per esempio, ha continuato una “tradizione” di divieto mentre Cossato ha fatto esattamente il contrario. Dalle dichiarazioni delle due amministrazioni di opposto colore politico (Biella governata dal PD, Cossato da Lega e Forza Italia) si leggono diverse e confliggenti motivazioni.

i 500 euro per gli insegnanti ovvero siamo tutti Daniel Blake

Non so quante e quanti di voi abbiano visto “io, Daniel Blake”, l’ultimo film di Ken Loach premiato quest’anno a Cannes. Se non lo avete visto e magari non avete mai letto Kafka questo racconto vi potrà sembrare incredibile ed, invece, è tutto vero.

Lo scorso anno la cosiddetta “Buona Scuola” (la riforma scolastica voluta da Renzi e dal PD) dopo la primavera di scioperi e proteste si era inventata un bonus annuo di 500 euro per l’autoformazione degli insegnanti.

quei "privilegiati" in carrozzina che saltano la fila...

Come tutti i venerdì, da un paio d’anni a questa parte, accompagno mia madre Adriana a fare la spesa in un noto centro commerciale in centro a Biella. Mia madre è affetta da sclerosi multipla, una malattia neurologica degenerativa che, negli ultimi anni, le sta inibendo molto il movimento costringendola all’utilizzo di un deambulatore o della sedia a rotelle per fare brevi o lunghi spostamenti.

Fare la spesa, seppur in carrozzina e con un improbabile carrello attaccato alla stessa, è un modo per vivere una “normalità” altrimenti molto difficile.

Venerdì scorso, dopo aver fatto il nostro giro, arriviamo alle casse del supermercato dirigendoci verso quella con la “priorità” per portatori di handicap e per donne in gravidanza.

per la critica dell'economia politica

Questo è un bel video a fumetti esplicativo sulla crisi economica del noto sociologo David Harvey. Di seguito invece potete leggere un interessante articolo uscito ieri su "la Repubblica" che sembra la recensione dell'ultimo libro di Eric Hobsbawm (che vi consiglio caldamente) ma in fondo è molto di più...

da la Repubblica del 18/08/2011

al macello di Tremonti e Berlusconi (e di Mello?)

Questo è l'articolo comparso oggi su "La Stampa" e uno analogo lo potete leggere su "Eco". La proposta di Mello la potete già leggere sul mio comunicato che trovate di seguito. Quello che stupisce sempre oggi su La Stampa è il gran risalto dato all'iniziativa "anti furbetti" che il Comune ha deciso di intraprendere (con l'aiuto della Guardia di Finanza) per combattere gli elusori fiscali che fruiscono, senza averne diritto, delle tariffazioni agevolate per i servizi a domanda individuale.

Questa proposta già illustrata da Mello nei mesi scorsi in Commissione Finanze non potrà però di certo sopperire ai tagli che le due finanziarie di giugno e agosto infliggeranno al nostro comune. Sono certo che queste verifiche non produrranno più di qualche decina di migliaia di euro a fronte dei milioni di tagli decisi dal Governo Berlusconi.

per un paese delle meraviglie

Oggi ho mandato a fanculo la linea (faticosamente riconquistata) e mi sono mangiato un bel gelato.

Beh, è c’è bisogno di scriverci un post? Francamente no, ma l’esperienza ve la volevo lo stesso raccontare. La gelateria che ho puntato dirigendomi da casa mia al Piazzo è quella che ha preso il posto di uno dei diversi spazi vuoti in Via Italia; una volta un piccolo ma curato bar all’inizio del corso.

sopra le nostre teste

Bene ha fatto “La nuova Provincia” a mettere in prima con grande risalto la morte tre giorni fa di Claudio Fassone. Bene ha fatto perché per tre giorni ne avevamo letto come di un fatto di cronaca, relegato in qualche articolo di spalla, una notizia come tante, simile ai molti anziani soli che muoiono nell’indifferenza generale, anche qui nel biellese, anche qui in questa nostra cristianissima Italia. Visto gli ultimi mesi di rapporti non idilliaci tra me e la Provincia potrei chiedermi perché questa linea così in controtendenza, rispolverando il vecchio detto “a pensar male…” ma, è un esercizio al quale non mi interessa dedicarmi.

Non ci resta che ridere. Amaro

Questa è l'estrema sintesi di Makkox sulla manovra straordinaria presentata questa sera da Berlusconi e Tremonti.

Qui invece trovate una piccola scheda in merito alle anticipazioni dei provvedimenti presentati.

dead man walking

Cronache di provincia

Le sonnacchiose cronache locali della provincia italiana sono piene di fatti strambi, notizie che in verità non lo sarebbero neppure, particolari scandagliati con il microscopio che non meriterebbero neppure di essere detti.

Ma si sa, per vendere, a volte diventa obbligatorio raccontare anche quelle storie, con un bacino d’utenza potenziale di qualche migliaio di copie, anche le dieci copie in più dei vicini di casa della vecchietta sonnambula possono fare la differenza.

Atto dovuto?

La notizia riportata oggi da “La Stampa” pone con forza ciò che Sinistra ecologia e libertà ha ritenuto di rendere pubblico il 3 luglio scorso attraverso la nota conferenza stampa in merito alla sede di Seab. Oggi come allora non so se e quali risvolti penali potrebbero esserci in merito all’avviso pubblico della società del rifiuti biellese o in merito alla delibera sulle opere compensative per la diga in Valsessera.

"il centro del problema italiano"

Come penso avvenga a molti che fanno politica o si interessano ai fatti del governo locale, ogni volta che esco di casa, ai giardini con i miei figli, la sera in qualche sagra di paese, al bar per il caffè, la domanda è: “ma allora andiamo a votare?”.

Sia chiaro questa domanda me la pone una minoranza di coloro che incontro e saluto. In genere sono elettori di sinistra o del centro sinistra ma anche di destra.

Al di là del Piave

La batosta è dura, le truppe faviste battono in ritirata e, mentre il comandante in capo chiama all’ultima battaglia, i suoi “amici” pare stiano abbandonando le trincee.