Quelli del Sì si attaccano al tram...

Il Comitato locale per il Sì al Referendum di domenica prossima si è attaccato al tram. Anche se non proprio in senso letterale questa antica espressione popolare rende però bene la dinamica dei fatti che hanno interessato, negli ultimi giorni, la campagna elettorale nel biellese.

Riavvolgiamo, però, brevemente il nastro a sabato scorso. La campagna entra nella sua ultima settimana e i comitati sono in giro a diffondere materiale propagandistico. In mattinata, a Candelo, si incrociano le due fazioni - davanti a un supermercato - e mentre il No è armato solo di buona volontà i militanti del Sì hanno di supporto addirittura un autobus (il tram di cui sopra) con autista.

i 500 euro per gli insegnanti ovvero siamo tutti Daniel Blake

Non so quante e quanti di voi abbiano visto “io, Daniel Blake”, l’ultimo film di Ken Loach premiato quest’anno a Cannes. Se non lo avete visto e magari non avete mai letto Kafka questo racconto vi potrà sembrare incredibile ed, invece, è tutto vero.

Lo scorso anno la cosiddetta “Buona Scuola” (la riforma scolastica voluta da Renzi e dal PD) dopo la primavera di scioperi e proteste si era inventata un bonus annuo di 500 euro per l’autoformazione degli insegnanti.

la più brutta campagna elettorale della Repubblica

La campagna elettorale più lunga della storia della nostra Repubblica si sta rivelando anche la più noiosa. Per esempio, qui  da noi, i dibattiti dei Comitati per il No e per il Sì si svolgono con poche decine di persone per parte, praticamente tutti già convinti. Anche i banchetti sono per addetti ai lavori: quelli per il Sì mobilitano unicamente l’apparato del Partito Democratico mentre quelli per il No la generosa ma sparuta militanza che alberga ancora a sinistra. Mancano all’appello, almeno qui nel biellese, i Cinque Stelle, prova ne è il fatto che il loro frontman Alessandro Di Battista - in questi giorni in tour in Piemonte - ha preferito tenere un comizio a Chivasso piuttosto che a  Biella. Il centro destra locale  ha addirittura “simbolicamente” scelto di svolgere una conferenza stampa unitaria - per promuovere il fronte delle destre per il No – poche ore prima dalla festa dei morti…

Cercasi Babbo Natale in affitto

Lontani, praticamente dimenticati, i tempi nei quali il giornale degli industriali titolava “assunzioni alla pettinatura Vattelapesca per 150 operai o cercasi 20 attaccafili per la Fabbrica di Vallemoso”.

“Eco di Biella” oramai spara a in prima pagina, a sei colonne, la “straordinaria” opportunità di lavoro presso il Centro Commerciale “gli Orsi” per un uomo (dicasi uno!) con più di 50 anni “che abbia - si legge testualmente  - le doti fisiche e le attitudini caratteriali idonee per diventare, nel mese di dicembre, il Babbo Natale del centro commerciale. Sono richieste caratteristiche in linea con la figura classica del personaggio”. Immaginiamo che le caratteristiche siano un certo stazza (magari vicina all’obesità) e una condizione assolutamente non esplicitata: deve essere disoccupato!

incredibile: esistono ancora gli operai!

Toh guarda, esistono ancora gli operai! Ci volevo uno sciopero e un corteo di oltre mille persone per ricordarsi che a Biella, terra di telai fino a quindici anni fa, i lavoratori e le lavoratrici tessili non sono tutti evaporati, spariti, inghiottiti nella spirale perversa di una globalizzazione economica dove tutto è ridotto a merce.

Erano 20 anni che gli operai e le operaie del settore tessile e dell’abbigliamento non incrociavano le braccia. Le loro rivendicazioni  non sono “rivoluzionarie”.

devoti a CL

Alcuni giorni fa Luca Telese ha scritto un condivisibile articolo in merito al discorso inaugurale al meeting di CL a Rimini del Presidente della Repubblica.

tra giustizia sociale e populismo

Questo è l'articoletto comparso oggi su "il Biellese" in risposta a quello di venerdì dove Delmastro annunciava la stabilizzazione dei alcuni "precari" del Comune e nello specifico del suo Assessorato.

Vi ripropongo il mio comunicato che specifica meglio tutti i termini della questione.

COMUNICATO STAMPA

Quando ho letto, venerdì su “il Biellese”, della notizia della stabilizzazione dei precari del comune di Biella ho pensato di fare un plauso pubblico all’Assessore Delmastro per questa lodevole iniziativa. Poi ho riletto attentamente l’articolo e ho visto che Delmastro parlava di trasformare i contratti degli attuali dipendenti assunti a tempo determinato o tramite cooperativa in contratti a tempo indeterminato.

di lotta e di governo

Oggi hanno manifestato a Torino i sindaci piemontesi per protestare contro la soppressione di circa 500 piccoli comuni nella nostra regione.

per la critica dell'economia politica

Questo è un bel video a fumetti esplicativo sulla crisi economica del noto sociologo David Harvey. Di seguito invece potete leggere un interessante articolo uscito ieri su "la Repubblica" che sembra la recensione dell'ultimo libro di Eric Hobsbawm (che vi consiglio caldamente) ma in fondo è molto di più...

da la Repubblica del 18/08/2011

al macello di Tremonti e Berlusconi (e di Mello?)

Questo è l'articolo comparso oggi su "La Stampa" e uno analogo lo potete leggere su "Eco". La proposta di Mello la potete già leggere sul mio comunicato che trovate di seguito. Quello che stupisce sempre oggi su La Stampa è il gran risalto dato all'iniziativa "anti furbetti" che il Comune ha deciso di intraprendere (con l'aiuto della Guardia di Finanza) per combattere gli elusori fiscali che fruiscono, senza averne diritto, delle tariffazioni agevolate per i servizi a domanda individuale.

Questa proposta già illustrata da Mello nei mesi scorsi in Commissione Finanze non potrà però di certo sopperire ai tagli che le due finanziarie di giugno e agosto infliggeranno al nostro comune. Sono certo che queste verifiche non produrranno più di qualche decina di migliaia di euro a fronte dei milioni di tagli decisi dal Governo Berlusconi.

per un paese delle meraviglie

Oggi ho mandato a fanculo la linea (faticosamente riconquistata) e mi sono mangiato un bel gelato.

Beh, è c’è bisogno di scriverci un post? Francamente no, ma l’esperienza ve la volevo lo stesso raccontare. La gelateria che ho puntato dirigendomi da casa mia al Piazzo è quella che ha preso il posto di uno dei diversi spazi vuoti in Via Italia; una volta un piccolo ma curato bar all’inizio del corso.

sopra le nostre teste

Bene ha fatto “La nuova Provincia” a mettere in prima con grande risalto la morte tre giorni fa di Claudio Fassone. Bene ha fatto perché per tre giorni ne avevamo letto come di un fatto di cronaca, relegato in qualche articolo di spalla, una notizia come tante, simile ai molti anziani soli che muoiono nell’indifferenza generale, anche qui nel biellese, anche qui in questa nostra cristianissima Italia. Visto gli ultimi mesi di rapporti non idilliaci tra me e la Provincia potrei chiedermi perché questa linea così in controtendenza, rispolverando il vecchio detto “a pensar male…” ma, è un esercizio al quale non mi interessa dedicarmi.

Non ci resta che ridere. Amaro

Questa è l'estrema sintesi di Makkox sulla manovra straordinaria presentata questa sera da Berlusconi e Tremonti.

Qui invece trovate una piccola scheda in merito alle anticipazioni dei provvedimenti presentati.

dead man walking

Cronache di provincia

Le sonnacchiose cronache locali della provincia italiana sono piene di fatti strambi, notizie che in verità non lo sarebbero neppure, particolari scandagliati con il microscopio che non meriterebbero neppure di essere detti.

Ma si sa, per vendere, a volte diventa obbligatorio raccontare anche quelle storie, con un bacino d’utenza potenziale di qualche migliaio di copie, anche le dieci copie in più dei vicini di casa della vecchietta sonnambula possono fare la differenza.